Perché la Pro Loco ha adottato il simbolo del San Giorgio?

Il San Giorgio nella sua lotta contro il Drago diviene il simbolo della lotta tra il bene e il male.
La leggenda narra che dopo aver ucciso il Drago, questo fosse portato fuori dalla città trascinato da quattro paia di buoi. La tradizione Romagnola vuole che sui carri agricoli venisse riportato il simbolo del San Giorgio e pertanto trovi il suo collegamento al fatto che anche la castellata “Castlè” carro agricolo per il trasporto del vino, un tempo, veniva trainato dai buoi . Sulla base di questi elementi stotici, la Pro Loco scelse di adottare i simboli del San Giorgio e della Castellata proprio per portare avanti la tradizione e ricordare le sue radici.
Inizialmente si diceva che Castel Bolognese fosse stata fondata il 23 aprile data in cui viene celebrata la memoria di San Giorgio. San Giorgio era, insieme a San Petronio, uno dei patroni del paese.



PRO LOCO CASTEL BOLOGNESE



29 dicembre 2011

23 dicembre 2011

12 dicembre 2011

Presepe 2011

In occasione del presepe vivente che si svolgerà nella serata di giovedi 22 dicembre 2011, sarà presente la Proloco con la casa del povero che offrirà gratuitamente Polenta pasticciata e Vin Brulè..

Buon Natale

Babbo Natale e le Renne 2011

Anche quest’anno in occasione del Natale, si raccoglieranno i doni il 22 e il 23 dicembre dalle ore 15.00 alle 18.00 e il 24 dicembre dalle ore 15.00 alle 17.00 presso i locali della parrocchia in via Garavini 21/a, inoltre sotto il loggiato comunale sarà presente la Casina di Babbo Natale dove i bimbi potranno imbucare la letterina..

babbonatale2011

19 novembre 2011

Antica Ricetta Castellana ….. Il caratteristico “Brazadel d’la cros” di Castel Bolognese

L’antica ricetta tramandataci dal fornaio che aveva il forno della Vecchia Fonda è il seguente:

S’impasti, in acqua e sale, della buona farina bianca; si impasti bene fino ad ottenere un composto “ sodo come i fianchi di una buona sposa”. Staccati dei tocchetti di 80/100 grammi, si ricavino dei “bigoli” della grossezza di un dito e lunghi a sufficienza  per fare un bel cerchietto con una croce di mezzo. Si lasci asciugare almeno dai 10 ai 15 minuti, meglio se di più, perché in superficie si crei una sottile crosta. Si immergano poi, per non più di 3/4 minuti in un ampio paiolo dove sobbolle( ma molto lentamente) dell’acqua dolce. I bracciatelli verranno da soli a galla, per dirci di passarli subito, sempre per 3/4 minuti, in un mastello di acqua fredda. Poi li accoglierà, per la cottura, un forno riscaldato a legna dal quale verranno levati con la “panèra”, una specie di badile di legno con la pala assottigliata in cima.

Nel dialetto locale , viene cosi descritta:

Us si impasta d’la bona farèna cum acqua e sel. Las armèna ben ben fin c’la dventa un cumpost less e sod “cumpagna i fiench d’una sposa ben turnida”. Us tò di gnucaden d’impast et zirca utanta-zent gremm. Us fa un “bigul” gross come un did, che seja long rason d’fè un bel zercett cun la cros in te mezz. Us lasa sughè dis-queng minut, anca un po piò, parchè che fèga un pò la grosta. E pu is mett a moll par tri-quater minut in t’un parol in dov che boll(adèsi adèsi) dl’acqua s-cevda. Quand che i brazadell i ven a gala da par sé, e vò dì che bsogna tirei sò e pasèi, sempar par tri-quater minut, in t’un mastel pì d’aqua freda. Dop, par la cutura, is mett in t’un foran arscaldè a legna da dov chi vnirà cavè cun la “panèra”, una palèta d’legn arstieda in t’la vèta.

19 ottobre 2011

Festa dè brazadèl d’la cros e del vino novello.

Domenica 13 Novembre si svolgerà a Castelbolognese la 16.ma edizione della Festa dè brazadèl d’la cros e del vino novello”.

La manifestazione , ideata 16 anni fa dai commercianti del paese, viene proposta dalla Pro Loco in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. Questa iniziativa vuole mantenere viva la tradizione del ciambello secco della croce conosciuto localmente come “e brazadèl d'la cros”. Si tratta di un prodotto tipico castellano la cui ricetta fu ideata da un'antica famiglia di fornai Castellani e ancora oggi due forni del paese ne continuano la produzione. Ad affiancare ”e brazadèl d'la cros” importante è il ruolo delle Cantine, che oltre a portare in piazza i loro vini di qualità, alcuni presentano il vino novello con il il suo particolare procedimento di macerazione carbonica. All’interno della festa ci sarà spazio per la promozione di prodotti tipici locali, i negozi godranno di un’apertura straordinaria e il centro sarà chiuso al traffico per accogliere le bancarelle del mercato. Lo stand gastronomico offrirà un ricco menù che potrà essere consumato sotto il chiostro comunale con servizio self service o da asporto. Fin dalla mattinata sarà presente in Piazza e sotto al Chiostro l'Associazione storica “Schola Hominum Burgi” di Ravenna che proporrà giochi e mesteri antichi facendo rivivere tempi passati. Il pomeriggio sarà animato dalle Magiche Fruste di Romagna accompagnati dal Gruppo Musicale “Come eravamo Valle Senio Band” ed infine la Band “Roaring Emily Jazz Band” chiuderà la giornata proponendo, come solo loro sanno fare, musiche anni 20.

ciambello2011

40°Giro Podistico della Serra

1 Novembre 2011 si svolgerà il 40° giro podistico della serra. Il ritrovo è alle ore 9.30 in Piazza Bernardi a Castel Bolognese. La gara podistica avrà luogo anche in caso di maltempo.

podisticavolantino

26 luglio 2011

Passeggiando sotto le stelle

La Proloco di Castel Bolognese e il comune di Castel Bolognese organizzano il giorno 10 agosto 2011 giorno di San Lorenzo “Passeggiando sotto le stelle”.

Dalle 20:30 Smielatura del miele
Ore 22:00 Gran finale pirotecnico

Vi sarà un punto ristoro con frutta fresca e bevande
In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata al giorno successivo.
La cittadinanza è invitata!!

passeggiandosottolestelle2011

18 luglio 2011

Serate d'estate semplicemente

Sere d’estate, semplicemente  arte, musica, teatro   luglio- agosto 2011 seratesottoilchiosco
con il sostegno economico di

Banca di Credito Cooperativo della Romagna Occidentale
Gruppo Hera, Gemos di Faenza
in collaborazione con
MEI - Meeting degli indipendenti di Faenza
Chiostro della residenza comunale
piazza Bernardi n. 1
programma

SERA D'APERTURA

ore 21.00 mercoledì 6 luglio

Panda Project
Cuore di panda
con Beatrice Cevolani, Hendry Proni, Delia Trice
in collaborazione con Associazione Culturale Compost Creativo
www.tetraparts.it/panda.php
Cuore di panda è uno spettacolo brillante e ironico, per tutte le età, proposto da una compagnia di Ravenna nata dall’unione di tre giovani attori che provengono da formazioni diverse.
le sere di tutti con la musica

martedì 12 luglio  Aie d’Italia Tour 2011

ore 21.00  Siman Tov
musica klezmer e balcanica Sherele
www.myspace.com/simantovquartet
Intrigante progetto di musica klezmer dove il suono del clarinetto 
richiama alla perfezione le atmosfere della musica ebraica dell'Est
Europa evocandone i colori e la magia, mentre la fisarmonica ritma
e contrappunta le tipiche melodie assieme al contrabbasso dando
vita a ritmi travolgenti ma spesso malinconici. Siman Tov nasce
come duo di musica composto da Martino Colicchio (clarinetto)
di Santarcangelo di Romagna e Fabrizio Flisi (fisarmonica) di Rimini;
tuttora si esibiscono nella formazione dal duo al quintetto.

martedì 26 luglio  Aie d’Italia Tour 2011

ore 21.00 Pneumatica Emiliano Romagnola
I canti della terra
www.musicapopolare.net/
Una scorribanda attraverso i canti e le musiche della nostra
regione, dalle antiche ballate narrative alla tradizione
violinistica dell'appennino, dai canti delle mondariso della bassa
piacentina alle orchestrine di ocarine di Budrio, fino alle pasquelle
romagnole. Un insieme che si è affermato per la vivacità e l'intensità
della sua proposta, nel quale spicca il polistrumentista Stefano Zuffi
(ghironda, violino, ocarina, mandolino, piffero), componente dello
storico Canzoniere delle Lame

venerdì 29 luglio ore 21 - Pro Loco Castel Bolognese

Davide Dal Fiume & e Le Lumache di corsa
Varietà d'autore
Davide Dal Fiume attore di consolidata esperienza
e affidabilità, sarà accompagnato da un gruppo di
attori e ballerini ironici, Le Lumache di corsa, per uno
spettacolo fresco, moderno, imprevedibile, una satira di costume attenta all'attualità e ai temi sociali.

martedì 2 agosto ore 21

Franz Campi
Meglio che scaricare un camion di mattoni
storie e canzoni con Ernesto Geldes Illino batteria, Claudio Malaguti chitarra Vincenzo Germano basso, Maurizio Degasperi pianoforte
www.radioemiliaromagna.it/musica/scelto/franz_campi.aspx
Un “live” ricco di ironia e ritmo, con monologhi  e divertenti canzoni
di oltre  venti anni di attività, ma anche omaggi ad artisti che Franz
ha sempre ammirato come Paolo Conte, Fabrizio De Andrè,
Giorgio Gaber, Fred Buscaglione, Enzo Jannacci e Luciano Ligabue.
Aie d’Italia Tour è un progetto live del MEI - Meeting degli indipendenti di Faenza. Dal titolo della compilation Aie d’Italia, il progetto intende valorizzare l’immenso repertorio ispirato dalle lingue locali e dalle culture popolari italiane. www.meiweb.it
le sere dei bambini con il mercatino, i libri, l’arte e il teatro di figura

mercoledì 13 luglio ore 20
- mercatino dei ragazzi e cestoscambio: libri dentro... libri fuori
a cura dei lettori volontari Nati per Leggere
- laboratorio a cura di Cristina Scardovi e Michele Giovanazzi

mercoledì 20 luglio ore 20
Teatro del Molino
Storie d’incantesimo di e con Eduardo Lopes
Il gioco e la poesia, la musica e il movimento dispiegano un insieme
di piccole universali storie di grande capacità comunicativa.
Teatro di marionette concepito e creato da Eduardo Lopes, è uno spettacolo semplice e delicato che parla a tutte le età, senza usare le parole.

mercoledì 27 luglio ore 20.00
- mercatino dei ragazzi e cestoscambio: libri dentro... libri fuori
a cura dei lettori volontari Nati per Leggere
- laboratorio a cura di Cristina Scardovi e Michele Giovanazzi

21 maggio 2011

PENTECOSTE 2011

La Pentecoste 2011 si sta avvicinando ed essendo uscito il volantino con il programma lo pubblico….Eccolo….pentecoste2011001

SOGNO UN MONDO AMICO

Festa del Gemellaggio e dell’Amicizia fra i Popoli.
Castel Bolognese, 1 - 2 giugno 2011 piazza Bernardi
“Stiamo lavorando per far conoscere ed esaltare le multiformi  diversità culturali del paese,  convinti che  la reciproca conoscenza  sia il  mezzo migliore per  favorire il reciproco rispetto e  dissipare ombre e pregiudizi dettati da ignoranza, diffidenza, odi.E questa festa è solo l’apice visibile di un lavoro che  l’Associazione sta portando avanti con l’aiuto di quanti credono  nella diversità  come in un valore e una  ricchezza  aggiunti, se messa al servizio della Collettività. “La festa, realizzata in collaborazione con la Pro Loco e l'AVIS e col patrocinio dell'Amministrazione comunale di Castel Bolognese, si sostiene grazie al contributo delle associazioni locali e delle tante persone che a titolo puramente volontario e gratuito lavorano per  fare di questa festa un‘occasione di incontro e di dialogo interculturale. Essa quindi  si rivolge a quanti, italiani e stranieri, condividono i principi e i valori ispiratori della festa.Accogliendo l’invito rivolto dall’Associazione, una  piccola  delegazione con a capo il borgomastro Armin Kiemel parteciperà ai festeggiamenti, dedicati anche alla bellissima realtà del gemellaggio che unisce dal 2006 i due paesi di Abtsgmϋnd e Castel Bolognese. La sua presenza ci onora.Quest’anno  in piazza le associazioni umanitarie e benefiche presenti a Castel Bolognese
usufruiranno di uno spazio per far conoscere i progetti locali e di più largo respiro da esse condotti.
Giovedì 2 giugno, festa della Repubblica, il centro del paese sarà inoltre animato da un importante
evento sportivo regionale, la "Coppa Valsenio", organizzata dall'U.S. Ciclistica Castel Bolognese.
Un motivo in più per partecipare.
Festeggiamo insieme, ti aspettiamo in piazza

gemellaggio2011

23 aprile 2011

9 aprile 2011

380° Sagra di Pentecoste

Programma della 380ª SAGRA DI PENTECOSTE CASTEL BOLOGNESE
GIOVEDI’ 09 GIUGNO 2011
Ore 19,00 Apertura stand gastronomico
ore 19,00 In Via Emilia “IL NEGOZIO IN STRADA”
Ore 21,00 GRANDE NOTTE DELLA DANZA E GINNASTICA RITMICA presentata da: A.S.D. Danza & Danza / A.S.D. Le Fronde / Il Cigno A.S.D.
VENERDI’10 GIUGNO 2011
Ore 19,00 Apertura stand gastronomico
ore 19,00 In Via Emilia “IL NEGOZIO IN STRADA”
ore 20,30 Sfilata dei carri delle Parrocchie e degli antichi mestieri
e accompagnata dalla “ASS. BANDISTICA DOMENICO LIVERANI di Castelbolognese” e le “MAGICHE FRUSTE DI ROMAGNA”
SABATO 11 GIUGNO 2011
Ore 18,00 Apertura stand gastronomico
Ore 18,00 Per le Vie del Centro 16° Mercatino delle cose antiche
ore 19,00 In Via Emilia “IL NEGOZIO IN STRADA”
Ore 21,00 Grande serata musicale con i JUDI TESTA BAND
DOMENICA 12 GIUGNO 2011
Ore 9,00 Per le Vie del Centro 16° Mercatino delle cose antiche
Ore 9,00 Esibizione dei Madonnari sulla Piazza Bernardi
Ore 11,15 Chiesa di S. Francesco: Santa Messa del voto risalente al 1631
Ore 13,30 Ritrovo in Piazza Bermardi - Prima partenza alle ore 15,00 - CAMPIONATO PROV.LE DI GIMCANA E PRIMI SPRINT organizzato da U.S. CICLISTICA Castelbolognese riservato ai tesserati della F. CICLISTICA Italiana
Ore 16,30 Apertura stand gastronomico
Ore 16,30 Servizio filatelico con Annullo Postale Speciale
Ore 21,00 Grande spettacolo “VIVA LA FISARMONICA” Concerto di Pentecoste Presentato dalla “ASSOciazione DI CUORI” di Castelbolognese
LUNEDI’13 GIUGNO 2011
Ore 8,00 Mostra Mercato di macchine agricole
Ore 18,00 Apertura stand gastronomico
Ore 21,00 Estrazione della tradizionale TOMBOLA DI € 2500,00
Ore 22,15 Grande spettacolo conclusivo con  IRENE FORNACIARI in concerto

Stand gastronomico - Mescita vini tipici locali

MOSTRE e RASSEGNE VARIE

- Tutte le manifestazioni e gli spettacoli sono gratuiti - Grandioso Luna Park -

Pentecoste

PENTECOSTE: LA FESTA DEI CASTELLANI

Le festività di Pentecoste vantano una plurisecolare tradizione, risalendo al 1631 il voto popolare e della Comunità tutta di Castel Bolognese di festeggiare per tre giorni, a Pentecoste, la Madonna venerata nella chiesa di San Francesco sotto il titolo di B.V. della Concezione, alla quale venne attribuito il prodigio di aver salvato la città ed il suo territorio dalla peste di manzoniana memoria; la Comunità stabilì che, accanto alle solenni funzioni religiose, si promuovessero festeggiamenti in piazza per la domenica di Pentecoste ed i successivi lunedì e martedì, con canti, balli e banchetti.

Mentre le celebrazioni religiose continuano a svolgersi con la massima solennità ed una immensa partecipazione di popolo, che sfila numeroso in processione dietro l’immagine della Patrona, la festa di piazza, come la vediamo oggi fu impostata dalla Pro Loco a partire dal 1966. Nel corso degli anni, la festa si è arricchita di appuntamenti, aprendosi ora il giovedì sera per concludersi il lunedì sera con il concerto di una attrazione di richiamo nazionale, affiancata da mostre, luna park, rassegne e altre manifestazioni. Rimangono tuttavia tre i momenti più caratteristici della festa: la sfilata delle Parrocchie e degli Antichi Mestieri, l’estrazione della tombola, la gastronomia.

Per ricordare ciò che scriveva l’Emiliani, storico locale del secolo scorso, a proposito della festa di Pentecoste: «dalla campagna e dalle città vicine accorreva in piazza il popolo con carri e carrioli cantando e ballando», fu ideata, come momento d’apertura della Sagra, una sfilata nella quale le sette parrocchie del comune, con i loro costumi ed i propri colori, giungono in corteo nella piazza centrale dando inizio alla baldoria. Ogni gruppo parrocchiale è accompagnato da un antico plaustro, un tempo trainato da una coppia di buoi, con sopra la castlè; piena di vino che viene successivamente venduto ai presenti. Nel corso degli anni la sfilata si è trasformata grazie alla creatività dei gruppi parrocchiali i quali organizzano un secondo carro, che segue il plaustro, ove viene rappresentato un antico mestiere contadino od artigiano. È nata così la «Sfilata delle Parrocchie e degli Antichi Mestieri», autentico corteo storico che si snoda per le vie cittadine nella serata del venerdì. Ogni carro presenta pezzi unici di antiquariato mostrando quadri di vita irripetibili e facendo di questa sfilata un museo vivente della civiltà contadina.

La passione della tombola avvince i castellani da più di cento anni. Il pomeriggio del lunedì cresce di ora in ora, in maniera vertiginosa, la corsa all’acquisto delle cartelle, finché arriva l’annuncio che tutti aspettano: «si inizia l’estrazione» e la piazza, gremita fino all’inverosimile e chiassosa come nei giorni di mercato piomba in un assoluto e quasi irreale silenzio in attesa del primo numero estratto. Ad ogni estrazione cresce nei partecipanti la speranza di conquistare, se non la tombola, almeno la cinquina, fin quando giunge l’annuncio che una persona si è presentata con una cartella vincente. «La cinquina è stata vinta» tuona l’altoparlante; in piazza non rimane, a questo punto, che sperare nella tombola ma quando, anche per questa viene annunciato il vincitore, la piazza ha solo la soddisfazione di sapere chi sia il vincitore, sperando, con un pizzico di campanilismo che sia un castellano (diversamente non sarebbe di buon auspicio) e attendere la prossima Pentecoste. La piazza, ora, si divide: parte dei presenti si accalca verso il palco per assistere allo spettacolo; i rimanenti, per consolarsi della mancata vincita, corrono al chiosco gastronomico per uno spuntino di mezza sera.

La terza componente del successo della Sagra è la cucina: una macchina organizzativa perfetta, orgoglio della Pro Loco, con l’efficienza di quella del migliore ristorante ed una potenzialità di una (... forse due) cucina da campo, dove lavorano alacremente attorno a fornelli, caldaie, paioli, friggitrici, graticole circa ottanta persone ogni sera. I piatti sono improntati alla semplicità ed alla genuinità della migliore cucina romagnola: piadine, salsiccia, salumi, polenta e, soprattutto minestre. Queste sono tutte fatte a mano dalle azdore di Castel Bolognese che, nei giorni precedenti la Sagra, hanno impastato oltre quattromila uova di sfoglia per cavarne tortelloni e cappelletti. Il segreto della loro bontà sta ... in un altro segreto: la ricetta del ripieno per i cappelletti ed i tortelloni è infatti conservata nella cassaforte della Pro Loco e solo il Presidente e poche altre persone sono a conoscenza delle esatte dosi degli ingredienti necessari per realizzare queste specialità, più volte menzionate dall’Accademia della Buona Cucina. Un’altra specialità castellana merita di essere assaggiata da tutti: sono i bracciatelli della croce, tipici di Castel Bolognese, che ben si accompagnano agli affettati ed alla albana secca di queste parti.

PAOLO GRANDI

31 gennaio 2011

Rinnovo tessera UNPLI CARD CONVENZIONI

Gentile Socio,

tradizionalmente il rinnovo dell’adesione alla Pro Loco avviene durante la Sagra di Pentecoste, ma per poter usufruire delle convenzioni stipulate con gli esercenti locali sotto riportati, puoi provvedere al rinnovo ogni Lunedì dalle 20,30 alle 22.30 presso la sede in Piazza Garibaldi oppure chiamando il 334 2512618 e prendere accordi; ti verrà consegnata la tessera UNPLI CARD per poter usufruire dei benefici previsti dalle convenzioni.

Confermando l’impegno teso con le nostre attività a conservare e trasmettere le tradizioni, la cultura e custodire la nostra storia , ringraziamo per l’attenzione e porgiamo cordiali saluti.

Castelbolognese, 15.01.2011                                                                                   

IL PRESIDENTE

(Dari Alessandro)

Le convenzioni stipulate con:

CAFFE’ POLI SRL Via Martiri di Felisio, 268/270 - CASTELBOLOGNESE-Tel. 0546-54247

*Pratica lo sconto del 3% su tutti gli articoli; 0546-50760

CATTOLICA ASSICURAZIONI Agenzia di Faenza/Castelbolognese

Via Emilia Levante, 398 - CASTELBOLOGNESE Tel. 0546 - 656494

*Pratica sconti dal 35% al 50% secondo la tipologia della polizza;

CENTRO MEDICO SANATRIX Ambul. di CASTELBOLOGNESE – FAENZA – IMOLA

Via Dal Prato, 16 - CASTELBOLOGNESE Tel. 0546-55225 T.0546-663115 T.0542-24631

*Pratica lo sconto del 10% su visite mediche e terapie effettuate nei Poliambulatori;

FERRAMENTA 2001 Via Emilia Interna, 66 - CASTELBOLOGNESE - Tel. 0546 50074

*Pratica lo sconto del 5% su tutti i prodotti;

MANIFATTURE SENIO snc di FERRINI LORENZO & C.

Via Serraglio, 72 - CASTELBOLOGNESE - Tel. 0546 50771

*Pratica lo sconto del 10% su tutti i prodotti;

convenzioni

PROGRAMMA INIZIATIVE 2011

Dal 09 al 13 Giugno 2011

380° SAGRA DI PENTECOSTE

La Sagra di Pentecoste è una antica festa religiosa e civile. Ogni anno si tengono celebrazioni religiose in ringraziamento e in onore della Beata Vergine della Concezione per aver preservato nel 1631 il paese da quella drammatica pestilenza citata anche dal Manzoni nei promessi sposi.

Inoltre dal Giovedì al Lunedì un ricco programma: il Giovedì serata dedicata alla Danza, il Venerdì sfilata delle 7 Parrocchie che presentano antichi mestieri per far rivivere la cultura e le tradizioni locali, il Sabato e la Domenica esibizioni musicali per giovani e meno giovani. Non mancherà lo stand gastronomico con specialità romagnole, mostre culturali e mostra-scambio di cose antiche, grande Luna Park. Nella serata conclusiva estrazione della tombola di € 2500,00 a cui segue il concerto di una star di successo.

Tutti gli spettacoli sono gratuiti.

NEI MESI DI LUGLIO E AGOSTO “SERATE NEL CHIOSTRO DEL COMUNE”

Iniziative da ideare e concordare insieme all’Amministrazione Comunale-

10 Agosto 2011

PASSEGGIANDO SOTTO LE STELLE

Dedicato a chi resta in città, passeggiando lungo il Parco Fluviale si potrà godere dello spettacolo della notte di San Lorenzo, ascoltando musica e assaporando gustosa frutta fresca.

Spettacolo pirotecnico

1° Novembre 2011

XXXX° GIRO PODISTICO DELLA SERRA

GARA DEL SANGIOVESE

Il giro Podistico della Serra è un momento di incontro dei podisti della nostra Regione e di quelle limitrofe. I partecipanti ogni anno sono sempre più numerosi e con ottimi risultati anche dal punto di vista agonistico. Presenta un itinerario di impareggiabile spettacolo ecologico e paesaggistico fra le colline della Serra.

13 Novembre 2011

16° FESTA Dè BRAZADèL D’LA CROS E DEL VINO NOVELLO.

Manifestazione organizzata in collaborazione con il Comune di Castelbolognese si prefigge di promuovere e valorizzare i prodotti enologici delle aziende vitivinicole del territorio e in particolare il vino novello. La Festa vuole anche mantenere viva la tradizione del “Brazadèl d’la cros” prodotto tipico che alcuni panificatori Castellani continuano a produrre secondo l’antica ricetta.

Mostra mercato e mercatino dell’usato spettacoli musicali e ricco

stand gastronomico con specialità romagnole

Dall’8 Dicembre 2011

Il centro del Paese con l’installazione delle luminarie presenterà il Natale e l’arrivo del Nuovo Anno e il 24 DICEMBRE Babbo Natale con le sue renne (su indicazioni delle famiglie richiedenti) porterà doni ai bambini nelle loro case.

PROGRAMMA INIZIATIVE 2011

CASTEL BOLOGNESE: UNA CITTÀ CHE HA “FATTO” L’ITALIA

 

Nel censimento del 1861 Castel Bolognese contava poco più di 5.200 abitanti. Se si pensa che ben oltre 250 dei suoi figli hanno partecipato alle lotte per l’indipendenza e l’unità dell’Italia, si può ben dire che la nostra città vanti uno dei più alti contributi alla causa dell’Unità Nazionale.

Comunemente si dice che l’Unità d’Italia sia stata promossa da un movimento elitario che faceva capo alla borghesia cittadina e solo secondariamente abbia investito la popolazione. Qui a Castel Bolognese invece furono i figli del popolo a correre alle chiamate delle guerre d’indipendenza, di Garibaldi, dei fratelli Cairoli nel nome del più autentico amor di Patria.

Secondo i documenti ufficiali, peraltro incompleti se confrontati con altri elenchi, 97 castellani parteciparono alle guerre d’indipendenza del 1848-1849; altri 81 alle campagne del 1859 e 1860, alcuni dei quali aggregati alla spedizione garibaldina dei “Mille”, 53 furono alla terza guerra d’indipendenza del 1866. Ma il culmine dell’onore viene nella campagna di Roma: addirittura sono 8 su 70 i castellani volontari accorsi nel 1867 a Villa Glori; 45 furono quelli che combatterono a Monterotondo e Mentana ed alcuni di questi entrarono a Porta Pia nel 1870.

I reduci di queste imprese, molti dei quali ex garibaldini, erano soliti ritrovarsi quotidianamente all’osteria del pozzo, in uno slargo di via Morini, dietro l’abside della chiesa di San Petronio. Qui, all’ombra di un pergolato, seduti sulle panche di legno, sorseggiando un bicchiere di albana, magari anche intingendovi un “brazadèl ‘dla cròs”, rivivevano le gesta eroiche della loro vita spesa per l’Italia ed erano veri libri di storia patria per i tanti bambini che accorrevano ad ascoltarli.

È quindi con orgoglio che Castel Bolognese festeggia quest’anno i 150 anni dell’Unità d’Italia con varie iniziative ed anche con una mostra storico-documentaria, che si svolgerà per tutto il mese di ottobre prossimo, dove si ricorderanno i suoi figli che tanto hanno dato per l’ideale dell’Italia Unita.

PAOLO GRANDI

domenicozannoni

lapidevillaglori

Garibaldini

1 gennaio 2011

Volantini Manifestazioni 2011

Pentecoste Festa Gemellaggio Sere D’Estate Passeggiando sotto le stelle
pentecoste20115 gemellaggio20115 seratesottoilchiosco9 passeggiandosottolestelle20116
Giro Podistico Serra Brazadel e Vino Novello Babbo Natale e le sue Renne  
podistica201110 ciambelloevinonovello20115 babbonatale20115